Il carico di carboidrati è una tecnica utilizzata per migliorare il contenuto di glicogeno nei muscoli prima di un’attività di resistenza aerobica a lungo termine.

Questa tecnica è stata sviluppata nel 1931.

Da allora molte varianti ne sono state studiate.

Il regime alimentare più efficace e che presenta meno effetti collaterali consiste in una dieta a elevata quantità di integratori a base di carboidrati per tre giorni, abbinata a una diminuzione graduale degli esercizi la settimana precedente la gara e al riposo totale il giorno precedente la gara.

La dieta dovrebbe fornire calorie adeguate e circa 600 g di carboidrati al giorno, o da 8 a 10 g/kg di peso corporeo sia sottoforma di alimenti che di integratori .

Questo regime dovrebbe aumentare i depositi di glicogeno muscolare dal 20 al 40% rispetto alla norma (Fonte: Coyle EF. Timing and method of increased carbohydrate intake to cope with heavy training, competition and recovery).

II carico di carboidrati offre dei potenziali benefici ai corridori su distanza, ai ciclisti su strada, agli sciatori di fondo e ad altri atleti che rischiano l’impoverimento dei depositi di glicogeno.

I dati indicano come un regime di integratori o alimenti di carboidrati aumenti l’ossidazione dei carboidrati nel corso dell’esercizio e migliori la performance a elevata intensità e breve durata (Fonte: Pizza FX, Flynn MG, et al. A carbohydrate loading regimen improves high intensity, short duration exercise performance).

II vantaggio ottenuto varia da soggetto a soggetto, anche tra gli atleti impegnati nella resistenza aerobica, e quindi gli atleti devono determinare il valore di questo regime alimentare prima della gara

Gli effetti collaterali potenziali del carico di carboidrati sono un aumento della ritenzione idrica e del peso.

Inoltre alcuni atleti potrebbero sperimentare disturbi intestinali, proprio come conseguenza di una dieta molto ricca di carboidrati.

©Copyright - Tutti i diritti riservati Nessuna licenza