Durante carichi sportivi intensi, talvolta, si può osservare la comparsa di crampi muscolari.

Ma in molti atleti questi possono comparire anche di notte, durante il riposo.

Per principio, ogni muscolo può essere soggetto a crampi, ma i più colpiti, rispetto a tutti gli altri, sono i gruppi muscolari delle estremità distali, e tra essi soprattutto i muscoli surali, della regione posteriore della gamba (Fonte: E. Ketz Leitsymptom Muskel- und Wadenkrämpfe aus neurologischer Sicht. 1986).

I crampi possono essere prodotti da cause diverse.

Le cause che si rilevano negli atleti sono.

Alterazione degli elettroliti

I crampi si producono soprattutto nel caso di carichi prolungati e di intensità elevata in condizioni di temperatura elevata, che comportano grandi perdite di sudore.

In questo caso, occorre pensare a intervenire con un’integrazione soprattutto di sale, calcio, magnesio, potassio, ecc.

Quando si tratta di questa causa gli integratori svolgono un ruolo davvero prezioso ed Hepius.com ha una gamma di prodotti molto interessante.

Uso di farmaci

Alcuni farmaci generici, quali i contraccettivi orali, i lassativi possono provocare crampi, ma essi possono prodursi anche per uso di farmaci (non lecitì) tesi ad incrementare la prestazione quali gli steroidi anabolizzanti o la creatina.

Il rischio di incorrere in crampi si corre, come già detto, anche nel caso di uso di farmaci anticoncezionali assunti per via orale o anche di trattamenti con farmaci antipertensivi e/o diuretici, come anche nel caso di un abuso nascosto, tutto altro che raro, di lassativi

Cause di natura ortopedica

Negli atleti i fattori che possono scatenare crampi sono anche differenze nella lunghezza degli arti inferiori, l’alterazione della meccanica dei piedi, i cosiddetti piedi piatti e altre deformazioni dei piedi.

Crampi provocati da fattori neurogeni

Si suppone che la causa di crampi di natura neurogena si trovi in una eccitazione delle fibre motorie periferiche (dal corno anteriore alla placca motoria), con depolarizzazione ripetuta delle fibre muscolari.

Le terapie contro i crampi muscolari

Come è noto, nella fase acuta il muscolo colpito da crampi deve essere allungato dolcemente.

Successivamente ne vanno eliminate le cause, ad esempio, attraverso la reintegrazione degli elettroliti e/o dei fluidi perduti, utilizzando integratori specifici.

Spesso negli atleti si può rilevare una carenza di calcio o di magnesio, che può essere eliminata senza problemi, assumendo gli integratori formulati per queste esigenze.

Occorre però fare attenzione al fatto che contestualmente occorre evitare ogni abuso di nicotina, caffé o alcool.

Come terapia contro i crampi notturni, è consigliabile ricorrere a trattamento con combinazione di farmaci specifici su consiglio di un medico di fiducia.

©Copyright - Tutti i diritti riservati Nessuna licenza