Le proteine sono insieme all’acqua i maggiori costituenti delle fibre muscolari.

Da qui la naturale propensione a voler assumere proteine, in genere sottoforma di integratori, quando si desidera aumentare la massa muscolare.

Le proteine non fungono solo da materia prima per i muscoli, ma rivestono un ruolo fondamentale per l’intero organismo (Fonte: Cayol M1, Boirie Y, Rambourdin F, et al. Influence of protein intake on whole body and splanchnic leucine kinetics in humans)

Gli amminoacidi sono i componenti di base delle proteine.

Le proteine alimentari che mangiamo vengono separate in aminoacidi dall’apparato digerente, per poi essere assorbite proprio sotto questa forma.

Vedi la sezione dedicata agli aminoacidi su Hepius.com

Ci sono nell’uomo due tipi di aminoacidi:

Gli amminoacidi essenziali sono quelli che il nostro corpo non è in grado di sintetizzare e solo attraverso l’alimentazione o l’assunzione di integratori è possibile ottenerli.

Le ricerche hanno dimostrato che gli amminoacidi essenziali svolgono il ruolo più importante nella risposta anabolica che segue all’assunzione delle proteine.

Gli amminoacidi non essenziali sono quelli che il nostro organismo può sintetizzare a partire da altri aminoacidi.

Alcuni studi hanno evidenziato che gli amminoacidi non essenziali non rivestono un ruolo significativo nella stimolazione dell’anabolismo muscolare (Fonte: Tipton KD, Gurkin BE, Matin S, Wolfe RR. Nonessential amino acids are not necessary to stimulate net muscle protein synthesis in healthy volunteers).

A queste due macro categorie è possibile in realtà aggiungere almeno una sottocategoria, particolarmente importante per chi pratica sport più o meno intensamente: gli amminoacidi condizionatamente essenziali

Questi sono gli amminoacidi che il corpo può produrre in piccola quantità.

Vediamo perché questi aminoacidi sono cosi importanti per chi pratica sport ed è quasi sempre necessario utilizzare integratori per gli atleti e gli sportivi in genere.

In una persona sedentaria, la debole produzione copre più o meno il fabbisogno

Se invece il nostro corpo è sottoposto ad uno sforzo muscolare intenso, questo provoca un consumo eccessivo di amminoacidi a cui con le nostre capacità di produzione interne non riusciamo a far fronte.

Per fare un esempio uno sforzo muscolare intenso brucia rapidamente le riserve di glutammina e per converso aumentano nello stesso tempo la quantità dell’amminoacido necessaria nei muscoli.

Ma non solo nei muscoli anche nell’apparato digerente e nel sistema immunitario.

Il punto però è che i muscoli sono in grado di sintetizzare solo da 20 a 50 g di glutammina al giorno, quantità troppo piccola per soddisfare il nuovo fabbisogno.

Tutto ciò si traduce in un forte e costante abbassamento del livello di glutammina nel sangue e nei muscoli.

Ecco perché chi pratica sport sopperisce a questo grazie all’utilizzo degli integratori.

Tra gli amminoacidi condizionatamente essenziali ci sono anche l’arginina, la tiroxina e la cisteina.

©Copyright - Tutti i diritti riservati Nessuna licenza