Integratori e benessere. I contraccettivi possono causare carenze nutrizionali importanti
scritto da      12/05/2020     Salute e benessere    0 Comments
Integratori e benessere. I contraccettivi possono causare carenze nutrizionali importanti

I contraccettivi sono forse i farmaci più diffusi e che si sono evoluti maggiormente.

Le ultime evidenze scientifiche hanno però sottolineato come l’uso prolungato dei contraccettivi può influenzare negativamente i livelli plasmatici di molte vitamineminerali (Fonte: Thorp VJ. Effect of oral contraceptive agents on vitamin and mineral requirements).

Le sostanze che più diminuiscono a causa dei contraccettivi sono:

  • magnesio;
  • zinco;
  • acido folico;
  • vitamina B12;
  • vitamina E.


A queste se ne aggiungono altre in misura minore (Fonte: Ghayour-Mobarhan M, Taylor A, et al. Determinants of serum copper, zinc and selenium in healthy subjects).

Magnesio

Le terapie estrogeniche, compreso l’utilizzo dei contraccettivi, abbassa i livelli sierici di magnesio e potrebbe causarne la carenza (Fonte: Stanton MF, Lowenstein FW. Serum magnesium in women during pregnancy, while taking contraceptives, and after menopause).

Se questo impoverimento è anche collegato con apporti dietetici di magnesio particolarmente bassi, allora questa carenza sarebbe da tenere sotto controllo.

Tra i fattori che causano ridotti livelli di magnesio ci sono riposi notturni brevi e tormentati, allenamenti sportivi intensi, stress cronico e elevati assunzioni di caffeina e zuccheri.

Visto che il magnesio è diventato popolare negli ultimi anni, per le sue proprietà energetiche e legate al sonno, all'umore, all'equilibrio ormonale e al rilassamento muscolare sarebbe ancor più importante verificarne i livelli.

Quindi sulla scorta delle ultime evidenze scientifiche sembra ragionevole raccomandare alle donne che assumono contraccettivi, di integrare la loro dieta con magnesio (Fonte: Hameed A, Majeed T, et al. Effect of oral and injectable contraceptives on serum calcium, magnesium and phosphorus in women).

Zinco

La riduzione dei livelli di zinco nelle donne che usano contraccettivi è stata osservata con preoccupazione fin dai primi anni 70 (Fonte: Schenker JG, Hellerstein S, et al. Serum copper and zinc levels in patients taking oral contraceptives).

Lo zinco è coinvolto nella salute del sistema immunitario e della pelle, nella riproduzione, nell'energia, nella vista e in molto altro ancora.

L’assunzione di contraccettivi introduce modifiche sostanziali nei volumi di zinco trasportati nel sangue riducendone la quantità (Fonte: Crews MG, Taper LJ, Ritchey SJ. Effects of oral contraceptive agents on copper and zinc balance in young women).

Queste riduzioni sono state collegate anche alla durata dell’assunzione di contraccettivi.

Va da se che maggiore e prolungato nel tempo è l’utilizzo dei farmaci contraccettivi, maggiore è la possibilità che si verifichi uno stato carenziale di zinco.

Acido folico

L’uso dei contraccettivi orali potrebbe influenzare la quantità di acido folico o folati presenti nel nostro sangue.

Una recente ricerca ha evidenziato le seguenti conclusioni: “a causa della riduzione delle concentrazioni di folati nel sangue associata all'uso di contraccettivi orali, è fondamentale per le donne in età fertile continuarne l'integrazione se l'uso di contraccettivi persiste” (Fonte: Shere M, Bapat P, et al. Association between use of oral contraceptives and folate status: a systematic review and meta-analysis).

È notorio che l'acido folico è particolarmente importante durante le prime 4 settimane di gravidanza per la prevenzione dei difetti del tubo neurale.

Le ricerche più recenti raccomandano alle donne in età fertile, e che assumono contraccettivi orali, di integrare la loro dieta con acido folico.

Vitamina B12

I livelli di vitamina B12 potrebbero essere intaccati dall’utilizzo di contraccettivi (Fonte: Hjelt K, Brynskov J, et al. Oral contraceptives and the cobalamin (vitamin B12) metabolism).

La vitamina B12 è coinvolta in molte funzioni del nostro organismo a partire dal favorire il trasporto dell’ossigeno ed alla salute del sistema nervoso.

Quindi anche in questo caso se si usano contraccettivi per molto tempo sarebbe opportuno verificare i livelli di vitamina B12 nel sangue.

Vitamina E

Anche nel caso della vitamina E, potente antiossidante, i contraccettivi potrebbero diminuirne i livelli ematici.

Alcune ricerche hanno trovato un significativo aumento dell'attività di coagulazione delle piastrine del sangue nelle donne che assumono contraccettivi orali e questo è probabilmente associato ad una diminuzione dei livelli ematici di vitamina E (Fonte: Aftergood L, Alfin-Slater RB. Oral contraceptive-alpha-tocopherol interrelationships).

Queste ricerche indicano che gli effetti negativi dei contraccettivi orali sulla coagulazione possano dipendere da bassi livelli di vitamina E.

Gli studi e la letteratura scientifica sugli effetti indesiderati provocati dall’assunzione di contraccettivi è molto ampia.

È pertanto opportuno, quando si assumono questi farmaci, che sono decisamente impattanti sull’organismo di chi li assume, verificare le ricadute che essi hanno sui livelli vitaminici e di minerali nel sangue.

©Copyright - Tutti i diritti riservati Nessuna licenza

Comments

Log in or register to post comments